14 maggio 2017

May madness...

L'U15R vincente sul campo di Granarolo
E' l'intervallo di OraSì-Tezenis, siamo tutti col fiato sospeso per una partita dell'intensità stellare e con i nostri grandi protagonisti... Mi si avvicina una figura familiare, ma stento a riconoscerla... Ma sì, è Carloni, il responsabile logistico del Palacattani per il Comune di Faenza. Mi abbraccia... non ci vediamo dal 2001, il mio ultimo anno di Serie A1 ad Imola, il quarto giocato al Palacattani... Mi fa: "Oh, non saranno i 5300 che facemmo il primo anno di A1 nei derby con le bolognesi, ma era una vita che non vedevo tanta gente qua..." Pelle d'oca! Già m'era venuta sull'inno, quando il mega-lenzuolo giallorosso era arrivato fino in cima alla tribuna, adesso ancora di più... Chi, come me, ha avuto la fortuna di vedere questo impianto stracolmo di pubblico, non può restare insensibile alle suggestioni di questa serata, con i nostri capaci di sputare "fuoco e fiamme" sul parquet facendo totalmente dimenticare l'assenza di Derrik, con un pubblico, ravennate ben oltre le mure cittadine, capace di far sentire i ragazzi in campo la "squadra della provincia" ancor più che la squadra della città. Con Carloni che, mio idolo totalmente personale e sfuggito a tutti, ha letteralmente salvato la partita quando nel primo tempo ha risolto il problema al cronometro "impazzito" ed ha permesso il regolare andamento del match... Serata epica e giornata ancor più epica con l'U16L promossa ai quarti di finale della Coppa ER passando sul campo del Masi Casalecchio e l'U15R che vincendo sul campo imbattuto del Basket Village Granarolo passa da prima e a punteggio pieno alle semi-finali regionali. Sì una grande famiglia, impegnata nelle italianissime "may madness".... 

1 commento:

Luigi Antona ha detto...

Pelle d'oca, semplicemente pelle d'oca